La Favola di Soffio e Rosarossa

LA FAVOLA DI SOFFIO E ROSAROSSA

 

In un bosco vicino (il nostro oggi) e su una luna lontana (meta delle nostre ambizioni), vi è un'oasi di pace abitata da folletti, fate, ninfe, troll, druidi, animali… Una foresta incantata che ha per nome: “Gluppalafrutta” cittadina dell’oasi del Grande Albero Fatato (linfa vitale dei nostri sogni). Questo posto è un po’ come “Criveland”; nell’isola di “Bups”. Come “Chupaglup”, o meglio come: la foresta di “Chissaddove”. E’ un luogo dove ognuno vorrebbe vivere.

Un bel dì, il Grande Albero parlante, comunica al sindaco dell’oasi, il signor Bracapendente (padre della bella Soffio), di non essere in buona salute per via che sua figlia, avendo perso la voce improvvisamente, non riesce a soffiare il Grande Albero che trasporta pollini d’amore allo spirito degli abitanti. Rischiando di essere visibili agli umani ed ogni essere vivente che non avrebbero più le proprie favole nel profondo dei desideri.

Il sindaco lo comunica alla fate e agli abitanti di questa serena oasi, e il d.j. Picchio Pennacchio lo annuncia a Radio Troll.

Si avvicinano le elezioni a sindaco, e il suo concorrente antagonista “Signor Attaccabrighe”, col suo socio signor Pensallapanza, credono ad una trovata pubblicitaria. La Regina delle Fate invia il Prof. Saponius per guarire il Grande Albero, ma anche il suo illustre intervento risulta un fallimento...

 

Questa mia opera è frutto della fantasia ma anche d'ispirazione del fuoco divino. I simboli si accostano alla storia come sigilli e marchiano le figure fantastiche di un'aurea divinatoria, ma terrena. Il viaggio è tortuoso e labirintico, e ogni evocazione è plasmata dai quattro elementi: Aria, Terra, Fuoco e Acqua ma la Quintessenza, l'etere, l'immutabile (Aristotele), aleggia sui personaggi, come specchio alle costanti evocazioni.

 

Le canzoni e le musiche che accompagnano la commedia musicale non sono pensate negli schemi classici di una favola Disneyana, bensì in una moderna ricerca musicale, accostando i suoni acustici ai sintetizzatori più moderni. I costumi come i trucchi sono di forte impatto scenico e sono la grande cornice della favola più bella del mondo che, come Soffio, ognuno di noi vorrebbe ritrovare.

 

Lino Moretti

 

 

LA FAVOLA PIU' AMATA

DAI PICCOLI E DAI GRANDI !!!

Oltre 150.000 spettatori nei maggiori teatri.

La favola di Soffio e Rosarossa

Un musical originale di Lino Moretti

CREDITS:

 

  • Testo, Musiche originali e Regia: Lino Moretti
  • Debutta nel 2005 al Teatro "IL SISTINA" dove fa registrare il tutto esaurito per ogni replica per tre stagioni. Nelle due stagioni successive riprende il suo cammino di "sold out" al Teatro "BRANCACCIO" per proseguire fino ad oggi nei migliori teatri nazionali.
  • Oltre 150.000 spettatori proveniente da ogni parte d'Italia.
  • Il cast è composto da 16 artisti in scena e tutti con curriculum prestigiosi.
  • Lo spettacolo ha avuto ed ha il provilegio di vedere annoverati nei cast di questi anni i migliori performer del musical italiano.
  • Si pregia dei patrocini avuti da: MInistero della Pubblica Istruzione poi M.I.U.R., Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Roma, UNICEF, Amnesty International, Giffoni Film Festival, Premio ProArte.

 

Rassegna Stampa

 

Promo Video - Soffio...

Copyright @ All Rights Reserved

Compagnia della Lunetta ® - Copyright 2016 ©

 

 

Webmaster - Borromeo il Moro - TotalArt